Il peek è una resina ad elevate prestazioni, biocompatibile che garantisce protesi dentali di grande pregio. Il materiale, lavorato tramite tecnologia CAD/CAM, può essere utilizzato per realizzare toronto bridge, strutture su monconi naturali e su abutment su impianti, ponti e corone.

Proxera®, centro fresaggio specializzato nelle lavorazioni digitali, mette al servizio dei clienti un parco macchine comprensivo di impianti per la stampa 3D e fresatrici. Insieme costituiscono un connubio perfetto in quanto riducono i costi, velocizzano la produzione ed eliminano l’errore umano normalmente associato ai metodi tradizionali.

Avvalersi di macchine a controllo numerico consente di vantare una scelta più ampia di materiali, non solo metallo ceramica o metallo composito, ma anche provvisori in PMMA o definitivi come zirconia e peek.

Il peek è una resina ad elevate prestazioni, parzialmente cristallina e termoplastica. Si tratta di un materiale fortemente innovativo che viene impiegato nel settore aerospaziale, automobilistico mentre nel settore medico viene sfruttato per la costruzione di protesi chirurgiche.

Caratteristiche quali elasticità, stabilità, lucidatura e resistenza alla placca lo rendono un materiale idoneo ad entrare in contatto con il cavo orale e sono tali da garantire protesi di grande pregio.

Il peek è un materiale resistente, leggero, che si distingue per un modulo elastico in grado di assorbire i carichi masticatori e per la capacità di aderire perfettamente sia alle resine acriliche che ai compositi. Queste peculiarità rendono il peek la soluzione ideale per protesi implantari quali toronto bridge, strutture su monconi naturali e su abutment su impianti, ponti e corone da stratificare in composito.

Il peek è insolubile all’acqua e biocompatibile. È il materiale ideale per la fabbricazione di protesi dentali per tutti i pazienti allergici ai metalli e, rispetto ad altri materiali, è meno traumatico per i denti naturali rimanenti.

Il materiale si adatta sia alle lavorazioni con il processo di termopressatura sottovuoto che alla fresatura tramite tecnologia CAD/CAM. Il peek ha il vantaggio di essere più compatto rispetto alle resine tradizionali che sono costituite da polveri liquide mescolate tra loro oppure da compositi fotopolimerizzabili.

Il laboratorio odontotecnico può collaborare con un centro fresaggio come Proxera® per la produzione dei suoi componenti in peek, avvalendosi dell’esperienza dei nostri tecnici nelle lavorazioni e della profonda conoscenza degli impianti CNC.