Ortodonzia e stampa 3D: modelli per termoformatura in HP Multi Jet Fusion
  • Home
  • Articoli
  • Ortodonzia e stampa 3D: modelli per termoformatura in HP Multi Jet Fusion

Ortodonzia e stampa 3D: modelli per termoformatura in HP Multi Jet Fusion

L’utilizzo di scanner intraorali da parte dei clinici e l’invenzione di una nuova tecnica di allineamento dentale basata su mascherine sequenziali hanno rivoluzionato il modo di praticare l’ortodonzia. Proxera® realizza modelli per termoformatura anche grazie alla tecnologia di stampa HP.

modelli per termoformatura

Ortodonzia significa letteralmente “denti dritti” e costituisce una branca dell’odontoiatria specializzata nello studio e nella correzione di anomalie che interessano la posizione dei denti, la crescita delle ossa mascellari e i rapporti tra le due arcate dentarie. Il lavoro dell’ortodontista non si limita al corretto allineamento dei denti ma è mirato anche al miglioramento dell’estetica facciale, della funzione masticatoria e, più in generale, al perseguimento di uno stato di salute ottimale delle arcate dentarie e dei loro tessuti di sostegno.

Parliamo spesso dell’impatto che la stampa 3D ha avuto nel settore dentale, garantendo dispositivi più accurati e realizzati con un dispiegamento di tempi e costi inferiori rispetto alle tecniche di lavorazione tradizionali. È proprio l’ortodonzia ad aver ottenuto maggiore giovamento dalla rivoluzione digitale in quanto, fino a pochi anni fa, tutti i trattamenti ortodontici venivano eseguiti tramite molle o elastici applicati alla bocca del paziente grazie a bandine e placchette.

La crescente richiesta di trattamenti ortodontici estetici per allineare i denti ha portato alla realizzazione di mascherine sequenziali in materiale trasparente meno impattanti nella vita dei pazienti rispetto ai classici apparecchi. Ogni mascherina esercita una lieve pressione sui denti, determinando un piccolo spostamento fino a quando, una volta ultimato il trattamento, non sarà stato conseguito il risultato sperato.

modelli per termoformatura

Per realizzare queste mascherine è necessario un passaggio intermedio che corrisponde alla produzione di modelli per termoformatura che vengono progettati tramite software dall’ortodontista, una volta ricevuta l’immagine tridimensionale della bocca del paziente realizzata dal medico. Le mascherine, infatti, vengono stampate successivamente attraverso il processo di termoformatura a partire proprio dai modelli sopra citati.

I modelli per termoformatura possono essere realizzati attraverso svariate tecniche di stampa: Stereolitografia SLA e PolyJet sono le soluzioni che da alcuni anni hanno prevalso e che si basano sull’indurimento di una resina che viene colpita dal laser. In Proxera®, service specializzato nelle lavorazioni digitali, abbiamo scelto di investire anche nella tecnologia di stampa HP Multi Jet Fusion che consente di realizzare modelli per termoformatura efficienti, in tempi e costi più ridotti rispetto alle altre tecniche di lavorazione. Il materiale sfruttato da MJF è la polvere autoportante PA 12 BIOCOMPATIBILE brevettata dalla casa madre che garantisce una risoluzione dettagliata delle superfici.

modelli per termoformatura

Se pure l’ortodonzia tradizionale si rivela ancora la scelta più efficace in casi estremi, soprattutto quando i trattamenti vengano eseguiti in età adulta, un’adeguata prevenzione e uno studio del singolo caso clinico consentono di affidarsi alla stampa 3D e alle mascherine sequenziali.

Per realizzare i tuoi modelli in termoformatura, scegli Proxera®, service specializzato nelle lavorazioni digitali che valuta insieme all’odontotecnico le soluzioni migliori in termini di tecnologie e materiali per la realizzazione di dispositivi medici funzionali ed efficienti.

Listino Lavorazioni

Compila un breve modulo e ricevi ora il listino prezzi aggiornato delle lavorazioni prodotte.
Il listino PROXERA è riservato ad uso esclusivo dei professionisti del settore odontoiatrico ed odontotecnico.

OTTIENI IL LISTINO

In evidenza

Stampa 3D di dima chirugica

Proxera offre due tipologie differenti di dime chirurgiche stampate in 3D. La prima, comunemente più richiesta, viene realizzata in resina, tipicamente del colore blu chiaro, La seconda prevede la produzione della dima chirurgica utilizzando una polvere PA grigio chiaro biocompatibile.

Approfondimenti